01.jpg 08.jpg
Informazione e Attualità

I mieli di Luca Finocchio nell’Olimpo dell’eccellenza italiana

Il miele di coriandolo di Apicoltura Luca Finocchio è testimone d'eccellenza tra i prodotti chiamati a rappresentare il meglio...

Informazione e Attualità

2° Raduno delle Penne nere del glorioso reparto abruzzese

C’è grande attesa nella città capoluogo d’Abruzzo per il secondo Raduno del Battaglione Alpini “L’Aquila” (22-23-24 settembre 2017),...

Informazione e Attualità

Coldiretti Abruzzo – Grano estero nella pasta delle mense a Pescara

"Quanto sta accadendo conferma la necessità di una maggiore trasparenza sulla provenienza della materia prima usata per tutte le produzioni...

Informazione e Attualità

Grande successo di pubblico per il Recital sulle grandi Donne del ‘900

Grande successo di pubblico e di consensi all'Auditorium del Parco, per il recital “Storie di donne nell’universo culturale del Novecento”,...

Informazione e Attualità

Torniamo a Bomba!

Si è svolto l’8 settembre a Chieti un convegno su Silvio Spaventa (Bomba, 12 maggio 1822 – Roma, 20 giugno 1893), al quale hanno partecipato...

Informazione e Attualità

'Engel'...Stefano Testa, l'angelo di Monteferrante (Ch)

La scultura di Giuseppe Colangelo, un ricordo imperituro!

Era gennaio del 1995 e per il boy scout  Stefano Testa, 11 anni, e i suoi compagni doveva essere una breve vacanza  tra le montagne...


Alluvioni,terremoti,guerre..pagine di storia scritte da chi le ha vissute e raccontate,da chi le ha ricercate,da chi le ha studiate. Buie giornate dove i contadini,angeli coltivatori della terra,vedevano e vivevano la miseria,ma non si arrendevano e il loro bestiame,che, denutrito,continuava il lavoro nei campi.Responsabili del loro lavoro e del loro futuro,andavano avanti perché sapevano di non voler abbandonare le proprie terre.Unici,all’epoca,delle loro tradizioni,usanze, uniti per un unico scopo:coltivare, produrre, vendere, vivere.Zoccoli di muli consumati per sentieri tortuosi e Zolle di terra rivoltate per coltivare ancora.Ora et labora!

Ma è proprio lo sfondo religioso,la credenza cristiana che dissipa ogni Ombra nel voler continuare ad essere angeli coltivatori della terra,in tutte le sue sfaccettature.   Lentamente si sta ritornando alle origini,un ritorno inteso come revisione del passato,integrandolo con metodologie più sviluppate ma pur sempre nel rispetto della terra. Insieme,queste due terre con un unico cuore,possono creare quella Sinergia che attraverso la cultura, l’enogastronomia,il turismo costituiranno l’ Esempio per uno sviluppo economico locale,regionale, nazionale…con un semplice click!

TERRA E CUORE ...un ponte di collegamento tra operatori di settore, aziende, agenzie di viaggio per creare itinerari turistici …’chiavi in mano’ con particolare riguardo al turismo straniero e dove possono nascere scambi commerciali.