01.jpg 08.jpg
Informazione e Attualità

25° raduno degli alpini abruzzesi

Domenica 26 marzo il santuario di San Gabriele (Te) ospiterà il 25° raduno degli alpini abruzzesi, in ricordo dei caduti di Selenyj Jar...

Informazione e Attualità

‘Acquisti vincenti’ è l’iniziativa per rilanciare il commercio nella provincia di Chieti

La Camera di Commercio di Chieti, insieme a Confcommercio Chieti e Confesercenti Chieti, lancia un concorso a premi  denominato Acquisti...

Informazione e Attualità

La miscelanza di prodotti tipici delle Regioni colpite dal terremoto

Un’iniziativa della Coldiretti sotto la voce ‘ricette salva-tipicità’

Dalle mortadelle di Campotosto gratinate alla crema di pecorino amatriciano: ecco alcune delle ricette per salvare i prodotti terremotati e...

Informazione e Attualità

“Il Vate e lo Sbirro” di Ennio Di Francesco

Un episodio poco noto che, forse, avrebbe cambiato la storia dell’Italia

E’ nelle librerie, fresco di stampa per i tipi delle Edizioni Solfanelli di Chieti, il volume “Il Vate e lo Sbirro” di Ennio Di...

Informazione e Attualità

Visitiamo i borghi di Campobasso per Amatrice

Sabato 18 marzo

Nell'ambito dell'iniziativa "Aggiungi un posto a tavola... per Amatrice", promossa dall'Associazione Talenti e Artisti Molisani, l'Associazione...

Informazione e Attualità

La riflessione di alcune imprenditrici abruzzesi che non le ha viste partecipi alla giornata mondiale della Donna.

Non si può parlare di festa per le aziende agricole femminili che sono state colpite dal sisma e dal maltempo di gennaio. Per loro, l’8 marzo,...


Alluvioni,terremoti,guerre..pagine di storia scritte da chi le ha vissute e raccontate,da chi le ha ricercate,da chi le ha studiate. Buie giornate dove i contadini,angeli coltivatori della terra,vedevano e vivevano la miseria,ma non si arrendevano e il loro bestiame,che, denutrito,continuava il lavoro nei campi.Responsabili del loro lavoro e del loro futuro,andavano avanti perché sapevano di non voler abbandonare le proprie terre.Unici,all’epoca,delle loro tradizioni,usanze, uniti per un unico scopo:coltivare, produrre, vendere, vivere.Zoccoli di muli consumati per sentieri tortuosi e Zolle di terra rivoltate per coltivare ancora.Ora et labora!

Ma è proprio lo sfondo religioso,la credenza cristiana che dissipa ogni Ombra nel voler continuare ad essere angeli coltivatori della terra,in tutte le sue sfaccettature.   Lentamente si sta ritornando alle origini,un ritorno inteso come revisione del passato,integrandolo con metodologie più sviluppate ma pur sempre nel rispetto della terra. Insieme,queste due terre con un unico cuore,possono creare quella Sinergia che attraverso la cultura, l’enogastronomia,il turismo costituiranno l’ Esempio per uno sviluppo economico locale,regionale, nazionale…con un semplice click!

TERRA E CUORE ...un ponte di collegamento tra operatori di settore, aziende, agenzie di viaggio per creare itinerari turistici …’chiavi in mano’ con particolare riguardo al turismo straniero e dove possono nascere scambi commerciali.