Sei in: Cultura & Turismo » Escursioni Turismo » E con la primavera alle porte si aprono i percorsi naturalistici in Abruzzo
19/03/2018, 17:35

E con la primavera alle porte si aprono i percorsi naturalistici in Abruzzo

Atri (Te) e il sentiero dei Calanchi

Calanchi di Atri(Te)

Per la Primavera della Mobilità Dolce 2018, a piedi lungo un tratto dell'itinerario naturalistico ciclo-ippo-pedonale nella Riserva naturale regionale Oasi del WWF dei Calanchi di Atri, un percorso di grande interesse paesaggistico che offre la possibilità d'osservare fauna e flora tipica L'escursione è adatta alle famiglie con figli. Per via della pendenza di alcuni tratti è sconsigliato l'uso di passeggini. Si percorrerà la strada che scende  lungo fosso Brecciara, sempre in vista dei calanchi e con vedute suggestive sulle colline che raggiungono le falde della catena del Gran Sasso. Dai punti più alti si ammira anche la costa adriatica. L'itinerario inizia dal Centro Visite in località Colle della Giustizia, scende per la strada San Paolo verso il fondovalle del torrente Piomba. Il ritorno è  in senso inverso.

Il percorso è lungo complessivamente circa km 2,500 con una escursione altimetrica di circa m 240. Il tempo di percorrenza, con soste, è calcolato in circa 2 ore. Gli appassionati di mountain bike possono cimentarsi sul percorso ad anello che riporta al punto di partenza passando per la strada Brecciara, lungo la cresta opposta del fosso. La lunghezza è di circa km 5,500.

La Riserva Naturale Regionale dei Calanchi di Atri, istituita dalla Regione Abruzzo nel 1995, è diventata Oasi WWF nel 1999. La Riserva si estende per circa 380 ettari e si sviluppa dai 106 metri del fondovalle del torrente Piomba ai 433 metri del Centro visite. L’area accoglie una delle forme più affascinanti del paesaggio  adriatico: i  calanchi, imaestose architetture naturali conosciute anche come “bolge” o “scrimoni”, originati da una forma di erosione dinamica, provocata dalle passate deforestazioni e favorita dai continui disseccamenti e dilavamenti che agiscono sulla conformazione argillosa del terreno.

Pranzo libero o con menu e prezzo concordato  all'Hostaria Zedi, piazza Raffaele Tini, Atri.

Nel pomeriggio visita guidata al centro storico di Atri (Museo Capitolare, Cattedarle di S. Maria Assunta, chiesa di Santa Reparata, Teatro comunale, chiesa di San Domenico).

Quote di partecipazione che comprende gli ingressi e i servizi di guida per l'intero percorso

Soci: € 8,00

Ospiti (non soci):  € 13,00

Ragazzi 10-18 anni: € 8,00

Minori di anni 10: gratis

Prenotazioni entro le ore 12.00 di venerdì 23 marzo esclusivamente per email pescara@volontaritouring.it indicando per ogni partecipante nome e cognome, numero di tessera se Socio Tci, località di residenza, numero di cellulare ed email. Evidenziare la presenza di ragazzi o bambini.

Altre informazioni utili:

Si percorrerrà una strada a fondo brecciato in buone condizioni, con fondo in cemento nei tratti più ripidi.  Per questo è necessario calzare scarpe chiuse con lacci che permettano un'ottima aderenza sul terreno. Consigliate le scarpe basse da trekking. Gli indumenti dovranno essere adeguati alle condizioni meteorologiche previste. Munirsi di acqua da bere e macchina fotografica

 

 

redazione